GUARDIAN 2000: ARRIVA IN ITALIA IL DRONE-POLIZIOTTO

GUARDIAN 2000: ARRIVA IN ITALIA IL DRONE-POLIZIOTTO
IL SISTEMA DI ADPM PRESENTATO A “ROMA DRONE EXPO&SHOW”

Si chiama “Guardian 2000”, è un sofisticato ed economico drone da sorveglianza e già vola nei cieli italiani. Sarà presentato ufficialmente durante il “Roma Drone Expo&Show”, il primo “salone aeronautico” sui droni in Italia, che si svolgerà nel weekend del 24-25 maggio allo Stadio Alfredo Berra di Roma. Il programma della manifestazione prevede infatti un workshop su “Droni e sicurezza”, a cui sono stati invitati esperti delle Forze Armate, delle Forze dell’Ordine, dei Corpi armati dello Stato e della Protezione Civile. Il “Guardian 2000” è stato realizzato dalla AD Precision Mechanics (ADPM), dinamica start-up con sede a Monterotondo (Roma), per le esigenze del gruppo Securitas Metronotte, azienda leader in Italia nei servizi di vigilanza e sicurezza. Questo primo drone-poliziotto è una sorta di mini-aeroplano radiocomandato, dotato di una videocamera orientabile e capace di operare in volo manuale o automatico anche di notte.
Il “Guardian 2000” è frutto di un progetto di ingegnerizzazione della ADPM ed è già pienamente operativo. E’ stato studiato per effettuare riprese aeree ad alta definizione per attività di sorveglianza e di aerofotogrammetria. La cellula del drone è prodotta dall’americana RV Jet in un materiale leggero simile al polistirolo, ma molto più resistente. Il velivolo ha un’apertura alare di quasi 2 metri, è propulso da un motore elettrico ad elica e ha una velocità di crociera di 45 km orari per un’autonomia di volo di circa 45 minuti. A bordo, possono essere montati una fotocamera o una videocamera, che garantiscono riprese nitide anche in condizioni di scarsa visibilità. Il gruppo Securitas Metronotte utilizzerà questo drone per attività di sorveglianza di ampie aree, come campi fotovoltaici, depositi di autoveicoli, porti e altre zone sensibili.
Alla presentazione era presente ed ha ricevuto i patrocini anche dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC) e dell’Ente Nazionale per l’Assistenza al Volo (ENAV).

Quindi a dispetto di alcuni aeromodellisti che vedono lo sviluppo della tecnologia come il fumo agli occhi, i droni e aeromodelli che realizzano riprese video in volo sono sempre più in espansione e in quanto a sicurezza mi sembrano tutti sulla stessa barca, oppure dobbiamo usare due pesi e due misure.
Su alcuni forum demonizzano i droni e chi fa riprese video, sbandierando la sicurezza, ma per fare una ripresa video per forza di cose devi essere in un centro abitato, non credo che il deserto del Sahara interessi a qualcuno, quindi qui qualcuno deve mettersi d’accordo sulla sicurezza.
Se il Guardian 2000 vola su centri abitati e rispetta la sicurezza, allora… a voi le conclusioni.

Info su Daniele

Salve, pratico l'aeromodellismo dal 1988, dopo aver appreso il pilotaggio rc. con motoalianti, mi sono dedicato ai modelli, prima da acrobazia e poi da riproduzione. Il mio interesse e curiosità verso la progettazione degli aeromodelli, mi spinge a dedicarmi alla realizzazione di riproduzioni in scala progettandoli in proprio. Ancora oggi, dopo molte realizzazioni, continuo a progettarli, realizzarli, collaudarli e metterli a punto con grande piacere e divertimento. Per qualsiasi domanda, non avete che da contattarmi. Ciao. Daniele.
Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *