MESSERSCHMITT Me-109 G scala 1:4 progetto by RCAeroModellismo


La riproduzione di un aereo come il Me-109 G/K spesso è evitata per ovvi motivi di estetica, infatti, come già mostrato in altre occasioni il gruppo propulsivo è difficilmente occultabile all’interno della fusoliera, ma dopo lo sviluppo e presto il collaudo di un disassatore/riduttore progettato interamente all’interno di RCAeroModellismo, possiamo tranquillamente occuparci anche di questo progetto, perché al termine avremo una linea pulita e sopratutto senza il propulsore fuori dalla fusoliera, sicuramente oltre oceano questo farà sicuramente piacere, visto le pregevoli riproduzioni che realizzano e messe in discussione solo dall’estetica del motore.

Questo progetto prevede lo sviluppo di un modello di 2500 mm di apertura alare e una motorizzazione di 50/55 c.c. fornita di DSM50 e variatore di passo, l’ordinata parafiamma è stata appositamente posizionata proprio in virtù di questo gruppo.
La naca motore, contrariamente a quanto detto in altri articolo, verrà realizza di sana pianta in resina con stampo realizzato appositamente, questo perché le linee della naca del Fiat G-55 non corrispondono esattamente e visto che siamo sempre attenti a riproduzioni perfettamente in scala, rifaremo sia la naca motore che l’ogiva in resina.
Le ordinate della fusoliera, dopo un attento studio, le abbiamo realizzate, adesso si tratta di ultimare alcune modifiche.


Varie livree del Me-109 G

Il modello è in scala 1:4 e quindi avrà uno sviluppo alare di 2500 mm, l’ala come da tradizione dei progetti di RCAeroModellismo, sarà realizzata in un unico pezzo, questo conferirà più robustezza ed un minore peso, inoltre non ci saranno possibilità del distacco di una semiala in volo per qualsiasi motivo, ovviamente lo svantaggio è solo nel trasporto, ma è un problema facilmente superabile con un po di buona volontà, se non entra in auto, si può sempre trasportare esternamente su due barre .
Lo Short-Kit comprende tutti i pezzi necessari per la costruzione del modello esclusi gli accessori non lignei.
Anche i listelli per formare l’ala e la fusoliera non sono compresi, oltre alle tavolette di balsa da 2 mm per il rivestimento completo dell’intero velivolo.
Con lo Short-Kit, vengono forniti disegni al solo scopo assemblativo del modello.
Come tutti i modelli RCAeroModellismo, viene fornito un pratico scaletto per assemblare la fusoliera, il quale permette un assemblaggio delle ordinate perfettamente in linea, i listelli da usare per l’unione delle ordinate devono essere in pino o abete da 5X5 mm e se non sono della lunghezza ideale, potete semplicemente fare delle giunte a regola d’arte.
Per il montaggio delle ali, potete usare dei grigliati che sono nel disegno, per la disposizione delle centine, stessa cosa per i piani di quota, sulle ali sono disposti anche i supporti per il fissaggio dei servi, mentre per i servi del motore, piani di quota e direzionale, l’ancoraggio dei servi rimane a discrezione del costruttore, ovviamente siamo sempre disponibili per eventuali consigli, sia per l’installazione di questi servi che per qualsiasi altra informazione.
Questo modello, ha una parafiamma arretrata allo scopo di ospitare il disassatore e quindi per l’occultamento completo del motore, in questo caso verrà adottata anche una riduzione di giri all’elica e quindi il motore da 50 c.c. a benzina potrà essere equipaggiato con eliche tripala con diametro da 27 pollici, acquistando una notevole coppia.

Lo Short-Kit è corredato, a parte, da una Naca motore in resina, fedelmente riprodotta. Inoltre è offerta anche l’ogiva dedicata e piattello in alluminio, il tutto segue perfettamente le linee della Naca motore.

Qui sotto alcune immagini del progetto:


Come si presenta la fusoliera.


Per rispettare perfettamente le misure e quindi un perfetta scala, viene usato un valido trittico e sopra di esso vengono prese tutte le quote.


Una parte ravvicinata del disegno.


Vista in pianta.


Alcuni pezzi disegnati.


Per rispettare le forme originali, ci si avvale di una ampia documentazione e viste in 3D.

Andando avanti con i lavori, ho terminato lo stampo della naca motore, adesso devo fare solo piccoli aggiustamenti e rifiniture con una fresa per rifilare tutto il bordo interno, se avessi sigillato bene con la plastilina o simili, adesso avrei un bordo perfettamente a filo, pazienza.
Comunque, prima di metterci le mani devo aspettare la vetrificazione completa, con questo caldo non sarà un problema.
Ovviamente il vantaggio di avere una Naca motore in resina per il modello è di notevole praticità.
Qui sotto qualche immagine.


Lo stampo è stato fatto con resina epossidica e tessuto di vetro con grammature decrescenti verso l’interno, questo per avere una migliore finitura all’interno.


A parte varie rifiniture da effettuare, lo stampo esternamente lo devo rinforzare per maggiore rigidità e userò dei fogli ad alta grammatura e resina poliestere per contenere i costi.

La zona flap del Me 109G è abbastanza complessa, mi riferisco alla zona interna, qui il flap è scomposto in due parti, quella sup. e quella inf. questo perché subito sotto il flap troviamo lo sfogo della presa aria sotto l’ala. Quando il flap viene aperto si abbassa la parte inf. dello sfogo aria e subito segue il flap sup.
Dalle immagini si capisce meglio quale è stata la soluzione progettuale.


Ecco come lavora il flap interno.

Nel PDF subito sotto, potete notare la perfetta riproduzione delle linee del trittico originale, questo modello si rende estremamente interessante per che vuole una riproduzione fedele dell’aereo, inoltre, seguendo il disegno di sfondo è possibile produrre le varie pannellature e rivettature.

Tornando agli stampi, prima è stato realizzato lo stampo per la NACA motore con conseguente laminazione della NACA e poi è stato realizzato lo stampo dell’ogiva, naturalmente prima è stato fatto il master in legno e rifinito completamente e verniciato e poi, sopra, è stato realizzato lo stampo. Qui sotto le immagini.


Quello che vedete è lo stampo appena terminata l’essiccazione e quindi è il momento del distacco, per fare questo ho praticato un foro in punta allo stampo e poi ho fatto infiltrare dell’acqua, in modo che sciogliesse il distaccante polivinilico e agevolasse il distacco e poi con una pistola ad aria compressa ho iniettato aria attraverso il foro.


Dopo pochi secondi ho sentito dei colpi e subito dopo il master ha iniziato ad uscire.


Tutta l’operazione è durata pochi minuti, qui si vede il master completamente estratto e all’interno dello stampo si nota la pellicola polivinilica che si sta distaccando.


La pellicola viene esportata, visto che il polivinilico ha una alta capacità di colatura è bene darla poca alla volta con la pistola da verniciatura e dare più mani.


L’interno dello stampo.

LATERALE CON SFONDO Me109G

Questi altri PDF sono utili per il montaggio del modello, si notano i grigliati per le semiali, sia destra che sinistra e per i piani di quota.

vista-laterale-me-109-g LATERALE Me-109 G

Me-109G velature

Me-109G vista da sopra

Realizzato lo stampo, l’ho verniciato internamente e dopo aver spruzzato il distaccante polivinilico, ho spruzzato una mano di fondo isolante acrilico bicomponente, dopo l’essiccazione ho iniziato la laminazione con resina epossidica e tessuto da 80 e 110 gr al mt quadro.


Lo stampo appena spruzzato il fondo.


Eseguita la laminazione.


La laminazione appena estratta dallo stampo, si nota che sull’esterno è ricoperta dal fondo acrilico.


Dallo stampo esce già con il fondo isolante e quindi pronta per essere verniciata.


Ecco come si presenta sulla naca del Me-109 G.

Info su Daniele

Salve, pratico l'aeromodellismo dal 1988, dopo aver appreso il pilotaggio rc. con motoalianti, mi sono dedicato ai modelli, prima da acrobazia e poi da riproduzione. Il mio interesse e curiosità verso la progettazione degli aeromodelli, mi spinge a dedicarmi alla realizzazione di riproduzioni in scala progettandoli in proprio. Ancora oggi, dopo molte realizzazioni, continuo a progettarli, realizzarli, collaudarli e metterli a punto con grande piacere e divertimento. Per qualsiasi domanda, non avete che da contattarmi. Ciao. Daniele.
Questa voce è stata pubblicata in Disegni e Short- Kit. Contrassegna il permalink.

10 risposte a MESSERSCHMITT Me-109 G scala 1:4 progetto by RCAeroModellismo

  1. FRANCESCO scrive:

    Ciao
    Modello ed articolo molto interessante vorrei delle info sul kit completo delle parti in fibra .

    Saluti
    Francesco

    • admin scrive:

      Ciao Francesco, in fibra c’è la naca motore e l’ogiva. Come avrai letto stiamo anche preparando un riduttore/disassatore adatto per questo modello, oltre al motorino di avviamento. Mentre per il passo elica variabile in volo, ancora non siamo pronti.
      Se vuoi altre informazioni, chiedi pure.

  2. Dariusz scrive:

    Salve vorri sapere quando costa kit completo di questo modello
    Saluti

  3. Roberto scrive:

    Ciao,
    mi interesserebbe fare questo modello, amo però costruire i miei modelli da zero, in qualche modo è possibile acquistare delle tavole dxf o dwg che possa usare con la mia CNC ?
    Grazie

    • admin scrive:

      Ciao, ti capisco perfettamente, realizzare i modelli da zero è molto più pagante e soddisfacente, noi però abbiamo dovuto fare una scelta; o diffondere in rete i progetti in digitale, oppure fornire gli short-kit. Nell’epoca in cui siamo è impensabile spedire disegni cartacei ed è altrettanto impensabile ritagliarli a mano incollando i disegni sul compensato o balsa.
      D’altra parte se diffondiamo in rete i disegni digitali, ne perdiamo il controllo e con esso tutto il lavoro di progettazione.
      Da qui la scelta obbligata di vendere solo gli short-kit.
      Mi dispiace, ma non possiamo accontentarla.

  4. Alberto Peruzzi scrive:

    Ciao ci siamo sentiti al teledono in merito al progetto di realizzare un simulacro di Messersmit BF109 G scala 1:1 per la nostra associazione Linea gotica tirrenica LinK: http://www.lineagoticatirrenica.it/
    appena posso ti comunico le misure del mezzo di trasporto che potremmo usare .
    Mi trovi anche su F.B.
    Saluti
    Alberto Peruzzi

  5. Andrea scrive:

    Buongiorno, volevo chiedere se fosse possibile anche la motorizzazione elettrica (al nostro campo volo fanno storie per il rumore ultimamente) e che potenze sono richieste. Ho dismesso un motore da un altro aereo e ho quindi a disposizione dualsky xm4260 ca6 da 1100w 566kv.
    Grazie per l’attenzione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *