SIAI SF-260 SCALA 1:4 SHORT-KIT Euro 280,00

Pubblicato il da admin in SHOP

Siai SF-260 Short-Kit Euro 280,00

Accessori:

Naca Motore in resina Euro 50,00

Serbatoi alari in resina Euro 25,00 euro ciascuno

Lascia un commento
Pubblicato il in Disegni e Short- Kit |  


Vi presentiamo il famoso addestratore SIAI SF-260 in scala 1:4 quindi con una apertura alare di 2000 mm motorizzabile con 120 4T .
Sarà prevista la NACA motore e i due serbatoi alari esterni in vetroresina e capottina pilota stampata.
Per chi vorrà uno Short-Kit tagliato al laser, potrà completarlo con le parti in vetroresina e, potrà trovare il prezzo nella sezione SHOP.


Immagine 3D dello sviluppo del progetto, si notano le ordinate alleggerite con i listelli di circonferenza e le fiancate interne, oltre alla sede alare e del piano di quota. La struttura appare molto semplice ed estremamente alleggerita.


Le fiancate che dovranno supportare la sella alare, nella parte alta vanno ulteriormente lavorate e ribassate, per questo il foro di alleggerimento non comprende la parte alta.


Ancora una vista della struttura.


Vista tre quarti anteriore, si nota la parafiamma dove sarà assemblato il motore, previsto un 120 4T monocilindrico, ma può essere assemblato anche un motore 4T BOXER.


Il progetto prevede un comodo e pratico scaletto di montaggio, incluso nel disegno, con il quale potrete costruire la vostra fusoliera senza possibilità di errore ed in modo estremamente semplice, tutte le operazioni sono guidate, impossibile sbagliare.

Il disegno di tutte le ordinate è stato eseguito seguendo un valido trittico, scelto dopo una lunga ricerca, come potete facilmente vedere, in questo progetto non sono presenti le classiche fiancate ” dritte”, riportate su tutti i progetti in circolazione e che non conferiscono un’originalità della fusoliera al 100%, mentre nel nostro progetto, le ordinate, sono costantemente curve, come il full-size, questo a dimostrazione della cura che mettiamo nella ricerca e nel progetto.

Nelle foto sotto, potete vedere lo sviluppo dell’ala con la composizione del pannello destro, tutte le centine, longheroni centrali e longheroni di superficie, oltre ai listelli per il supporto del rivestimento in tavolette di balsa, i tipi di materiali usati sono elencati nel disegno.
In questo progetto dell’ala è stato previsto uno svergolamento di estremità, data la rastremazione in estremità sarà sicuramente utile ad elevati angoli di attacco.
Direttamente nel disegno è stato anche previsto il diedro, a partire dall’esterno della fusoliera.


Tutte le centine sono dotate di piedini per un corretto assemblaggio, questo tipo di ala sarà in tre parti, parte centrale: tutte le centine uguali e senza diedro e rimane esattamente sulla proiezione della fusoliera, usa i suoi piedini per l’assemblaggio, secondo pannello semiala destra e sinistra: semiala con diedro e con i suoi piedini per l’assemblaggio, flap e alettone, svergolatura in estremità.
Profilo usato: NACA a 5 cifre asimmetrico con spessore in percentuale come il full-size.


I piedini sono sul dorso dell’ala, quindi l’assemblaggio avviene al contrario, in questa immagine si nota il diedro dopo la terza centina.


La tavola in fase di disegno, in alto i comandi per inserire i dati, come potete vedere è molto semplice progettarla e tutti i comandi sono molto chiari e di facile comprensione, ovviamente una cosa è disegnare ed un’altra è progettare, quindi questo programma è utile solo se si sa cosa dobbiamo disegnare.

Nelle immagini subito sotto, potete vedere alcuni pezzi montati a formare il modello, questi, poi, saranno i disegni utili per il montaggio.


La fusoliera.


Vista in pianta.


Disegno ala, si notano le due baionette realizzate in compensato di betulla/pioppo.

25 commenti
Pubblicato il in Aeromodellismo, Build log

Un Saluto a tutti,

vi presento di seguito la costruzione del modello riproducente il SIAi SF-260, progetto realizzato da Daniele Martellini dopo vari scambi di opinioni ed un mio desiderio di vedere nascere un modello che in commercio è raro trovare di queste dimensioni.Il modello è disponibile in short kit su questo sito nell’articolo dedicato, dove sono anche descritte dettagliatamente le specifiche tecniche.

Preciso che il modello in questione è di proprietà dell’amico modellista Silvano Bracco, il quale mi ha chiesto di assemblarlo per lui.

Ho iniziato la costruzione pochi giorni fa, e devo dire che una volta sistemato il progetto sul piano di lavoro, l’assemblaggio è filato liscio come l’olio senza alcun problema.

Ho deciso di iniziare con la costruzione della fusoliera.

Per prima cosa, ho assemblato lo scaletto utile al montaggio della fusoliera.

Scaletto con alcune delle ordinate in prova.

Terminato lo scaletto ho iniziato ad assemblare a secco tutte le parti ed in un baleno mi sono ritrovato la struttura superiore della fusoliera tutta assemblata.A questo punto ho fissato il tutto con ciano acrilato e poi ho ripassato gli incollaggi con colla alifatica e nei punti di maggior sforzo, tipo parafiamma, piastra attacco ali, ordinata porta carrello e ponte posteriore per il cabra/ picchia, con bicomponente epossidico uhu plus.Di seguito alcune immagini.

vista posteriore.

Particolare della giunzione dei listelli.

In questa immagine si nota la piastra per i servi del cabra/picchia e la piastra per il fissaggio dell’ala dove ho già inserito due boccole per legno in modo da poterci avvitare le viti che terranno la parte di ala fissa attaccata alla fusoliera.

In questa immagine si nota l’ordinata del cruscotto realizzata durante la costruzione.

In questa immagine si nota l’ordinata posteriore dell’abitacolo anch’essa realizzata durante la costruzione e, sulla destra, l’inizio delle sponde dell’abitacolo realizzate con compensato di pioppo.

Sponde dell’abitacolo completate.

vista d’insieme.

Posizionamento del ponte posteriore per il supporto del piano di quota.

In queste due immagini si notano i controlistelli in tiglio che saranno utili per il fissaggio della cappottina mediante viti autofilettanti di piccole dimensioni.

In queste immagini si nota l’installazione dei servi per il piano di quota con i rispettivi bowden e tiranti in acciaio.

Installazione del carrello retrattile anteriore e relativo servo per lo sterzo.E’ stata necassaria una modifica alla piastra in quanto la macchinetta del carrello essendo spessa ho dovuto praticare uno scasso nella piastra originale e crearne una nuova più spostata verso l’interno dove poi ho fissato il carrello.

Carrello chiuso.

Vista d’insieme.

In questa immagine ravvicinata si nota la gamba del carrello chiuso e lo spazio tra il servo dello sterzo e la stessa, necessario per il funzionamento dei tiranti push/pull.

Altra vista dove si nota la nuova piastra rialzata per attacco del carrello e la posizione del servo dello sterzo.

La struttura della fusoliera è terminata, la mettiamo da parte ed iniziamo la costruzione delle ali.Queste, seguendo lo scaletto, vengono montate al contrario quindi la parte dove andremo per prima a lavorare sarà la parte inferiore dell’ala.Io personalmente ho iniziato con la semiala sinistra.

Dopo aver posizionato tutte le centine, seguendo sempre il disegno, le ho messe tutte a piombo aiutandomi con degli spessori di balsa fissati al tavolo con dei chiodini in modo da tenere ferme in posizione le centine, ho incollato le false centine per il supporto della piastra carrello e la basetta del servo del flap, quella per il servo degli alettoni ancora no perchè a seconda del servo che deciderò di montare dovrò spostarla a seconda dello spessore dello stesso.A questo punto ho posizionato i vari longheroni della parte a vista, quindi il sotto dell’ala, e li ho appuntati con colla cianoacrilica ed in seguito ripassati con colla alifatica.Una volta seccati provvederò a tagliare la parte dei listelli che passano nel vano carrello e nei vani servocomandi.Di seguito due immagini di quello sopra descritto.

Montaggio del carrello retrattile alare

Realizzazione delle chiusure dove andranno fissati alettone e flap.La chiusura per il flap è realizzata con un semplice listello in balsa da mm. 2 rinforzato dall’interno con ulteriore balsa da mm 10 per l’incollaggio delle cerniere, mentre la chiusura per l’alettone essendo esso arrotondato nel punto di contatto ho provveduto a posizionare 4 listellini in balsa mm. 2 per mm. 4 per otternere il riempimento tondeggiante, anch’essi rinforzati dall’interno con balsa da mm. 10 per l’incollaggio delle cerniere.

Realizzazione della parte centrale dell’ala.Ho predisposto la sede del carrello anteriore in fase di chiusura, accorciando la centina centrale e creando due semicentine non alleggerite che creeranno al sede della ruota.Queste due semicentine sono tenute in posizione dai listelli in balsa che, ad essiccatura avvenuta andranno rimossi, mentre nella parte posteriore ho inserito due fazzoletti in compensato di pioppo da mm. 3 nel punto dove andranno le viti per il fissaggio della stessa alla fusoliera.

Altra inquadratura.

Messa in prova delle tre parti delle ali.Si nota in primo piano il raddoppio dell’ultima centina che, dopo foratura andrà ad ospitare i serbatoi alari amovibili.

Prova d’insieme.

A breve altri aggiornamenti.

 

Un saluto

A presto

Filippo.

27 commenti