SOTTO DI NOI L’OCEANO di Daniele Martellini

In questi giorni abbiamo finito di stampare un piccolo libretto in formato A4, racconta, in breve, delle trasvolate Atlantiche compiute da Italo Balbo negli anni 30′.
Verrà consegnato all’interno della mostra dedicata ai trasvolatori organizzata ad Orbetello dall’Associazione Aerofilatelica Trasvolatori Atlantici al modico prezzo di 2 euro.
Il racconto è stato scritto da me e potete trovare la solita versione, a parte la diversa impaginazione effettuata per necessità di stampa su carta, su questo sito alla sezione “Storia”.
Inoltre, nella stessa occasione verranno offerte le cartoline con annullo speciale.
Alla mostra ha partecipato con proprio materiale espositivo e virtuale, anche l’Aeronautica Militare Italiana.


Queste le quattro cartoline con annullo speciale.


La copertina del piccolo libro formato A4 di 20 pagine.


Come si presenta l’interno e l’impaginazione.

Info su Daniele

Salve, pratico l'aeromodellismo dal 1988, dopo aver appreso il pilotaggio rc. con motoalianti, mi sono dedicato ai modelli, prima da acrobazia e poi da riproduzione. Il mio interesse e curiosità verso la progettazione degli aeromodelli, mi spinge a dedicarmi alla realizzazione di riproduzioni in scala progettandoli in proprio. Ancora oggi, dopo molte realizzazioni, continuo a progettarli, realizzarli, collaudarli e metterli a punto con grande piacere e divertimento. Per qualsiasi domanda, non avete che da contattarmi. Ciao. Daniele.
Questa voce è stata pubblicata in Storia e Aerofilatelica. Contrassegna il permalink.

2 risposte a SOTTO DI NOI L’OCEANO di Daniele Martellini

  1. sergio scrive:

    Davvero una cosa dignitosa e degna di nota questa tua iniziativa verso chi tanto ha dato, anche se in momenti storici drammatici.
    Lo leggero’ volentieri e lo terro’ caro, sia perche’ la storia e’ un valore (sia nel bene che nel male), sia perche’ scritto da un amico.
    Ti ringrazio del regalo

    • Daniele scrive:

      Grazie per il tuo commento, è vero sono persone che hanno dato tanto sia all’Aeronautica che all’Italia, peccato che tutti i loro sforzi non abbiano avuto seguito.
      Oggi è stata spedita la tua copia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *