Build- log riproduzione aliante SZD9 Bocian da Kit di Giulio Cornia

Salve a tutti, descrivo di seguito i processi costruttivi del modello riproducente l’aliante SZD9 Bocian.Tale modello è in fase di realizzazione ed è realizzato partendo da uno short kit di Giulio Cornia.

Il modello ha un’apertura alare di mm. 4900 ed un peso finale stimato intorno agli 8000 gr.

Personalmente ho iniziato la costruzione partendo dai piani di quota, i quali sono profilati, quindi realizzati con centine ed in parte rivestiti con balsa da mm. 2.

Timone direzionale, la struttura mobile andrà ricoperta con Oratex antique mentre la parte fissa andrà ricoperta prima con balsa da mm. 2 e poi con Oratex Antique.

Lo stesso discorso vale anche per il piano di quota.In questa foto si nota la struttura con le parti terminali della parte mobile ancora da raccordare con carta vetro.

Installazione dei servi per il cabra/picchia, ogni parte necessita di un servocomando.Si nota la parte inferiore già rivestita con balsa ed il bordo di entrata applicato in attesa di essere carteggiato.

Altra vista del piano di quota fisso.

Parte fissa del timone con applicati il bordo di entrata ed il terminale superiore in attesa di essere carteggiati.

Deriva fissa ultimata e pronta per essere rivestita con Oratex antique.

Passiamo ora alla fusoliera.Da precisare che mi è stata fornita dal proprietario con la parte superiore già ultimata, quindi le mie opere riguardano il completamento.

La fusoliera ancora sullo scaletto dove ho provveduto a mettere in prova deriva e cabra/picchia fisso ultimati.

Altra immagine del quota fisso ultimato con i terminali applicati a carteggiati, si notano i due fori dove andranno le viti in nylon per il fissaggio dello stesso alla fusoliera.

La fusoliera tolta dallo scaletto e messa sottosopra.Ho applicato i listelli mancanti tra le ordinate, il pattino di atterraggio anteriore e posteriore ed il supporto per la ruota del carrello.

In questa immagine si notano le prolunghe per i servi del cabra/picchia ed i bowden per il passaggio dei cavetti push/pull per il comando del direzionale.

In questa immagine si nota la controstruttura interna in listelli di pioppo della parte anteriore nella zona di maggior pressione in fase di lancio.

Realizzazione della piastra porta servo del direzionale realizzata in compensato di pioppo da mm. 3 ed il servo installato.

Inizio rivestimento inferiore con balsa da mm. 2 della fusoliera.

Rivestimento ultimato e realizzazione del telaio canopy e struttura per il cockpit.

Altra immagine del telaio canopy e cockpit.

In questa immagine si nota il telaio completamente rivestito in Oratex antique, il posizionamento dell’ordinata porta cappottina, la cappottina in prova pronta per la rifilatura ed il blocco in balsa che costituirà il muso del modello pronto per essere carteggiato.

Muso del modello ultimato e carteggiato.

Preparazione del vano abitacolo; dopo aver ricoperto il tutto con oratex antique ho provveduto a spruzzare due mani leggere di stucco spray, ho usato quello della macota, in modo da coprire la trama della tela e a garantire uno strato di fondo prima della verniciatura definitiva e poi ho carteggiato con carta vetro fine 1200.

Questo è il risultato dopo la verniciatura eseguita con colori a spruzzo della marca tamiya e l’applicazione dei quadranti e degli switch.La cappottina divisa in due parti è stata fissata al telaio mediante 30 viti 1.5 x 6 mm.

Questa voce è stata pubblicata in Aeromodellismo, Build log. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Build- log riproduzione aliante SZD9 Bocian da Kit di Giulio Cornia

  1. admin scrive:

    Ottimo lavoro e bel progetto, complimenti.
    Documenta, se possibile, le baionette per il fissaggio delle semiali, che tipo di profilo è stato usato?

    • filippo scrive:

      profilo alare HQ 3\12.le baionette sono due in acciaio 14×2 con foderi in ottone 15×3 piu’ un perno di registro posteriore in acciaio mm.3 e relativa guaina sempre in ottone.

  2. admin scrive:

    Stai facendo una esecuzione pulita e precisa, bravo, a pesi come andiamo?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *