CRASH SPITFIRE, MANCANZA SEGNALE RADIO!

La scorsa domenica, provando lo Spitfire da 1600 mm di ala ( il cui progetto è offerto gratuitamente su queste pagine) sul nostro campo volo a Monte Argentario, ho potuto constatare uno spiacevole black out del segnale radio.
Ho solo potuto osservare lo Spit precipitare, senza poter fare nulla visto che la radio che avevo in mano non dialogava più con la ricevente di bordo.
Peccato, perché era un ottimo modello da allenamento, molto facile nel volo e con basso carico alare, si è visto anche nel decollo, ha staccato le ruote dopo pochi metri. E’ un modello che consiglio, molto facile da radioguidare e si realizza abbastanza rapidamente.
Come è noto a chi frequenta il nostro campo volo, il volo si svolge per la gran parte sulla laguna e quindi ci sono molte probabilità che durante un incidente il modello cada in acqua, come appunto è accaduto!
Oltre tutto l’acqua salata non aiuta le parti elettroniche che non hanno via di scampo.
Dopo pochi minuti dal decollo e qualche manovra in aria, subito dopo un tonneaux e di seguito un looping, al suo culmine lo Spit si è girato di colpo come se il direzionale fosse andato a fine corsa, portare lo stik del gas a zero, non è servito a nulla, il modello è venuto giù a pieno motore infilandosi in acqua.
Messo in acqua la canoa biposto, io e Paolo siamo andati alla ricerca del modello. Dopo un po che remavamo abbiamo visto lo Spit o quello che ne rimaneva abbastanza a largo. Ci siamo avvicinati allo Spit che stava galleggiando, mentre il muso con il motore penzolava sott’acqua, un banco di alghe lo stava fortunatamente trattenendo, altrimenti la corrente lo avrebbe portato fino alla spiaggia nord, ma penso che anche il motore abbia fatto in qualche modo da freno o ancora, rallentando la deriva dello Spit.
Purtroppo, del modello è rimasto ben poco, solo la coda è rimasta intatta.
Da salvare è rimasto solo il motore e i carrelli ( perché meccanici) tutta l’elettronica immersa in acqua non è stato possibile salvarla per via del salmastro.
E’ la prima volta che mi finisce in acqua un modello, ho avuto varie spente motore con altri modelli ma sono sempre riuscito a rientrare, ma senza comandi è un po difficile.
Questo tipo di pista, adiacente alla laguna, ci mette in sicurezza per quanto riguarda danni ad altre persone o cose, visto che il volo per un buon 90% si svolge proprio sulle acque lagunari, ma….c’è sempre un prezzo da pagare, per esempio la perdita dell’impianto elettronico di bordo, nonostante tutti i particolari risultino non danneggiati esternamente, l’acqua salata non perdona e tutto va nel…secchio!
Peccato non sia stato possibile riprendere la fase di quando lo Spit si è infilato in acqua, con tutti gli spruzzi e l’immersione sott’acqua, sarebbe stata proprio un immagine da… film!
Purtroppo la radio, con oltre 10 anni di carriera, non è più affidabile e quindi la Futaba T 9CAP con modulo in 2,4 Ghz dovrà andare in pensione ed essere sostituita con un nuovo acquisto.
Qui sotto alcune immagini.

1
Lo Spit poco prima del decollo.

2

3

4

5
Fin qui tutto bene, ma tra poco si presenterà l’assenza di segnale.

6
Inizio missione di recupero in canoa, andiamo alla ricerca dello Spit.

7
Finalmente si intravede lo Spit sullo sfondo, in lontananza, fortunatamente non è affondato…come temevo. In caso di affondamento sarebbe stato complicato il recupero, nonostante la laguna sia mediamente poco profonda ci sono vari canali sul fondo abbastanza profondi per ossigenare le acque e quindi il pesce presente, inoltre il fondo è pericolosamente fangoso e ci si sprofonda facilmente.

8
Individuato, ma completamente distrutto, sicuramente deve essersi infilato almeno un metro sott’acqua e poi a causa della balsa si è messo a galleggiare.

9

10
Non rimane che issarlo a bordo.

11

383365_318159678214609_1350123442_n
In questa immagine si può vedere dove è situata la nostra pista volo, è facile immaginare dove potrebbe precipitare il modello in caso di guasto grave.

Subito sotto i 3 video, quello del crash e i due del recupero in ” canoa ”

VIDEO 1

GOPR4412_cut_cut.mpeg4.ac3

GOPR4413.mpeg4.ac3

Questa voce è stata pubblicata in Aeromodellismo. Contrassegna il permalink.

5 risposte a CRASH SPITFIRE, MANCANZA SEGNALE RADIO!

  1. filippo scrive:

    dai daniele sono cose che succedono, almeno hai una buona scusa per comprare una radio nuova.Filippo

    • admin scrive:

      Già comprata, Futaba T8J. :) dal tuo amico X3Model, non l’aveva ma è andato alla Radiosistemi a prenderla con batteria ( è fornita senza) e manuale in Italiano, ha fatto un ottimo lavoro ed a un prezzo più basso che c’è in circolazione.

  2. claudio brambilla scrive:

    eh si’ anche a me è cascato in mare.. e l’acqua non perdona… comunque complimenti per il modello. Mi spiace molto che sia caduto son cose che non vorrei mai vedere. saluti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *