PP-35 ” IL TRAINATORE ” Build-Log by Paolo

Apro questo Build -Log dopo una lunga ed estenuante ricerca di un “ Trainatore “ con dimensioni alari da 2500/3000 mm. Le offerte dalle varie ditte non sono tantissime e comunque sono anche reperibili alcuni disegni, in genere la versione che va per la maggiore è il bideriva Patchwork e comunque quasi tutti con fusoliera a cassetta ed assolutamente squadrata. Somiglianza ad un aereo full-size …zero, brutti che non si guardano.
Quello che cercavo, oltre a svolgere il lavoro di trainatore, era anche un modello con una linea gradevole alla vista.
L’unico che si avvicinava e comunque soddisfaceva le mie esigenze, è il Valiant della Hangar 9.
Un trainatore di 2750 mm di ala, simile ad un Piper, ovviamente un ARF e dal costo abbastanza contenuto, circa 500 euro.
Dopo averlo osservato attentamente sul sito dove viene proposto, date le semplicità estetiche e quindi costruttive, inizio a pensare che forse forse potrei anche costruirmelo in proprio.
Interpello mio cognato Daniele ( RCAeroModellismo) pratico di progettazione al CAD proprio di aeromodelli e gli chiedo un parere.
La prima risposta che mi da è; “ mica penserai di risparmiare!”
Effettivamente è noto che è difficile fare concorrenza a quel tipo di costruzioni realizzate prevalentemente in oriente.
Daniele replica ancora; “ se non ti viene a costare il doppio ..poco ci manca”
E’ molto probabile che sia così, non essendo questa la mia prima costruzione, però c’è da dire: sicuramente anche la qualità progettuale, costruttiva e dei materiali non sarà uguale ma molto superiore.
E’ vero che i modelli in genere sono realizzati puntando alla leggerezza, ma ho notato che quando rimangono danneggiati in incidenti, i modelli che arrivano dall’oriente difficilmente sono riparabili e poi progettandolo in proprio avrei i disegni per realizzare i pezzi di ricambio, inoltre lo vorrei ricoprire con termoretraibile tipo Solartex, tutta un’altra cosa rispetto ai sottili ed economici T.R usati negli ARF.
Daniele, in ogni caso mi sconsiglia la costruzione in proprio se è al solo scopo di risparmiare, se invece è per puro piacere di costruire qualcosa di personale e con cognizioni progettuali diverse, per avere un modello di diversa robustezza e prestazioni, allora nulla da eccepire.
Tutto sommato, ritengo abbastanza semplice la costruzione e comunque non voglio niente di complicato e dalle linee troppo elaborate, quindi decido per la costruzione in proprio.
Disegno le fiancate del modello e le parti; superiore e inferiore, senza arrotondamenti, ma perfettamente squadrate quindi di semplice realizzazione ( al contrario di quanto Daniele vorrebbe facessi).
Disegnati i pezzi della fusoliera, taglio subito le fiancate, simili al Valiant visto ( anche le dimensioni saranno simili).
Nelle fiancate sono comprese le sedi per le ali ( ala alta) proprio sopra la cabina.
Daniele mi consiglia il profilo, un asimmetrico di spessore medio, a questo punto bisogna anche pensare alle ali e tra i modelli che ho spunta un’ala incidentata e quindi priva del termoretraibile.
Osservo il tipo di costruzione e la semplicità costruttiva tipica degli orientali, mi colpisce il tipo di longherone usato e il metodo di inserire le centine, lo faccio osservare a Daniele e gli chiedo se è possibile disegnare e replicare quel tipo di longherone e tecnica costruttiva di assemblaggio centine.
Nessun problema, è la sua risposta, se lo vuoi così posso disegnartelo così al CAD e tutti i pezzi che compongono l’ala. Date le misure delle ali( corda, apertura, rastrematura ecc…ecc…) Daniele in poco tempo mi fornisce il file DXF con il disegno della pianta alare, grigliato e tutti i pezzi per realizzarla.
Passa il file a Paolo Frequenti ( EASYCNC) ed in pochi giorni i pezzi sono pronti e tagliati a dovere.
Un gita in macchina vicino Pomezia, dove risiede Frequenti ed i pezzi sono in mano mia!
Nel viaggio sono stato accompagnato da Daniele e Valfredo ( presidente del nostro gruppo volo) in questa occasione Daniele e Paolo Frequenti hanno potuto conoscersi di persona, infatti appena arrivato e sceso di macchina, ho detto a Frequenti….guarda chi ti ho portato!
Incredibile! E’ la risposta di Paolo, con Daniele ci conosciamo da tanto ma solo per Mail, per i tanti tagli dei suoi Short-Kit, mai avuto occasione di conoscerlo di persona. Naturalmente il piacere di poter stringersi le mani è reciproco tra Daniele e Paolo.
Dopo i convenevoli, entriamo nel laboratorio di Paolo e iniziamo una lunga chiaccherata sul mondo aeromodellistico in genere. Daniele e Paolo si trovano subito in sintonia sulle varie problematiche e sopratutto sul problema “ crisi aeromodellistica “ Paolo ci comunica che intende rivedere il suo lavoro di taglio conto terzi e che a una certa fascia di clienti non presterà più la sua opera e rassicura Daniele che lui non fa parte di quella esclusione di clienti in quanto i prezzi per i Kit tagliati a Daniele vengono concordati prima e quindi dopo non c’è più alcuna contrattazione ed i pagamenti sono immediati, oltre al buon volume di lavoro offerto da mio cognato a Paolo.
Nel laboratorio ci sono molti fogli di legname ed anche molti scarti da tagli eseguiti, Daniele, prendendo un foglio traforato da tagli domanda a Paolo in mezzo a questi scarti quante sagome ci sono dei miei Kit?
E’ pieno!…conferma Paolo sorridendo.
Fortunatamente il taglio dei miei pezzi è stato commissionato da Daniele, altrimenti avrei avuto problemi per avere i pezzi!
Oltre ai pezzi tagliati, acquisto del legname che mi servirà per la costruzione e dopo un paio di ore passate piacevolmente in compagnia di Paolo riprendiamo la strada di casa.
Daniele è contento di aver finalmente conosciuto di persona Paolo, ma al tempo stesso è dispiaciuto per aver trovato Paolo molto deluso dell’andamento del suo lavoro di taglio aeromodellistico nel quale sta attraversando un po come tutti un momento difficile, ma al tempo stesso è sicuro che una persona qualificata e competente come lui, troverà il modo per risollevare e raddrizzare questa situazione di stallo che purtroppo si è venuta a creare.
Adesso chiudiamo questa parentesi, anche se sempre di aeromodellismo si tratta.
L’assemblaggio delle centine sui longheroni è veloce e sbagliare è quasi impossibile, quindi le due semiali sono quasi pronte e anche la fusoliera è a buon punto.
La trazione sarà affidata ad un SV-32 benzina 2T, proprio quello che era installato sul FIAT CR-42 di Daniele, tirato giù proprio per motorizzare il neo trainatore ” PP-35 “.
Un nome dovevo pur darglielo e visto che mettere le iniziali del progettista, ideatore o comunque costruttore, è una prerogativa proprio di quest’ultima persona, ho usato questa prerogativa e quindi chiamato PP-35, Le mie iniziali più la cilindrata usata.
Adesso Qualche foto dei lavori in corso.

DSC_0003
La fusoliera con sezione squadrata e molto semplice e veloce da assemblare.

DSC_0004

DSC_0005
Interno in zona cabina, tra le due semiali.

DSC_0006

DSC_0007
Si nota il supporto porta servi.

DSC_0010
La prova del motore sull’ordinata parafiamma, si nota anche la fusoliera dell’aliante che sto costruendo e che dovrà essere trainato proprio al PP-35

DSC_0012
La fusoliera con il motore in posizione.

DSC_0037
Altra vista della fusoliera, le fiancate sono assemblate tramite incastri.

DSC_0038
Le due semiali quasi pronte.

DSC_0040
Si notano le centine ed il longherone.

DSC_0041

DSC_0042

DSC_0044
Al centro del longherone la baionetta in alluminio anche questa acquistata da EASYCNC.

DSC_0045

DSC_0046

DSC_0051
Prova alettone e flap.

DSC_0053

DSC_0054

I lavori proseguono, ho rivestito completamente tutti i pezzi con Oratex bianco, un termoretraibile molto resistente e poi c’è il vantaggio che si può subito verniciare.

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

Questa voce è stata pubblicata in Aeromodellismo. Contrassegna il permalink.

9 risposte a PP-35 ” IL TRAINATORE ” Build-Log by Paolo

  1. Carmine De Simone scrive:

    Salve mi ha incuriosito molto questo progetto e mi piace e siccome vorrei cimentarmi anche io nella costruzione, volevo chiederle ma ha un disegno di questo modello, sa eventualmente dove poter comprare i disegni, ho ha realizzato tutto ad occhio? Mi scusi se ho fatto qualche domanda stupida ma sono neofita in questo campo.
    grazie delle info e buona giornata

    • admin scrive:

      Ciao, ti rispondo io perché Paolo non ama molto scrivere. A parte l’ala che ho disegnato io, per il resto non c’è un disegno vero e proprio, Paolo ha fatto tutto a ” braccia” è abbastanza esperto e quindi non ha avuto problemi.
      Posso passarti il disegno dell’ala( spero di averlo sempre) il resto lo ha disegnato su carta al volo e fatto i pezzi. Provo a sentire se ha sempre gli schizzi che ha fatto.

      Saluti.

  2. giampiero spartà scrive:

    scusa non era per te la domanda ma per Carmine De Simone…comunque complimenti per il modello

  3. Mauro scrive:

    Ciao sono disponibili i disegni dxf del modello completo?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *