RESTAURO SUKHOI SU-29 scala 1:4

Dopo aver recuperato il modello del Sukhoi SU-29 sacala 1:4 quindi di 2000 mm di apertura alare, ormai alla fine della sua carriera acrobatica ed in condizioni abbastanza disastrate, ho deciso di restauralo completamente per restituirlo ai fasti i qualche anno addietro.
Come detto, il restauro è stato totale per la fusoliera, ormai ridotta solo allo scheletro, mentre le ali e piani di quota erano in migliori condizioni.
La fusoliera è stata rivestita completamente con Oratex, quindi un termoretraibile molto più resistente e sopratutto verniciabile facilmente.
IL termoretraibile delle velature è stato mantenuto, fissando varie parti il TM e rivedendo alcune finiture.
Installati tutti i comandi, forcelle e tiranti, quindi nuovi servocomandi digitali. Installati anche: serbatoio, da 400 c.c. centralina connessione servi e batterie doppie, batteria per accensione elettronica, nuovo carrello e ruote, capottina pilota.
Il motore installato è un 32 c.c. benzina.
La fusoliera e la naca motore è stata verniciata di bianco e rosso.
Tutto il modello è stato poi decorato con adesivi, questi ultimi sono stati reperiti su internet, stampate le varie scritte e fregi con stampante laser e successivamente verniciati con trasparente lucido per renderli inattaccabili da detergenti vari e sopratutto benzina.
Dopo averli adeguatamente ritagliati a mano, sono stati applicati nelle varie posizioni.
Qui sotto il modello alla fine dei lavori di restauro.

20181212_102013_resized

20181212_102023_resized

20181212_102044_resized

20181212_102058_resized

20181212_102103_resized

20181212_102149_resized

20181212_102242_resized

20181212_102614_resized

20181212_102623_resized

Alcune immagini al campo volo.

1

2

3

4

5

6

8

5

9

10

11
Questo, invece, è il VENUS II della Goldberg.

12
VENUS II

14

15
VENUS II

16
VENUS II e relativo proprietario, Mauro.

img-20190120-wa0000

img-20190120-wa0001

img-20190120-wa0002

Questa voce è stata pubblicata in Aeromodellismo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *