Stitts Playboy da progetto e short kit personale

Salve a tutti,

sono nuovamente a descrivere questa mia nuova avventura aeromodellistica.

Il modello che andro’ a documentare in questo nuovo build log sara’ uno dei modelli che difficilmente non si vedono nei campi di volo e quindi lo Stitts Playboy, modello ad ala bassa per volo da riproduzione od acrobazia di base.

Premetto che a me sono sempre piaciuti, oltre ai biplani, i modelli sport ad ala bassa e dopo aver realizzato lo Spacewalker in scala 1/3 da disegni della Sig come documentato in un altro articolo, mi sono cimentato prima nel disegnare e poi nell’iniziare a costruire il modello in questione.

La scala e’ fissata sempre in 1/3 e quindi un ‘apertura alare di 2250mm. La struttura delle ali e’ la classica a centine e longheroni e la fusoliera in struttura mista, a traliccio per la parte posteriore ed ordinate e listelli per la parte anteriore.

Inizio con il documentare il lavoro svolto ad oggi.

Ho preferito iniziare dalle ali: esse sono composte in tre parti, semiala destra, semiala sinistra e perte centrale che rimarra’ fissata alla fusoliera ed ospiterà le due semiali che verranno fissate ad essa tramite quattro baionette due per la semiala dx e due per la semiala sx, in alluminio quadro 20×10 e serrate con viti m4.

Preciso che in questo progetto ho preferito montare l’ala sul piano al contrario in quanto si è semplificato assemblare da subito la piastra per  il supporto del carrello.

img-20171106-wa0029

Nell’immagine vediamo la semiala sx, compresa metà della parte centrale, con le relative centine posizionate, il longherone inferiore e le due baionette già forate per il successivo fissaggio alle controventatura in comp. marino che andranno posizionate successivamente.

img-20171106-wa0040

Proseguono i lavori di incollaggio delle varie parti.

20171109_124559

Particolare del fissaggio alla controventature della baionetta anteriore.

20171109_124620

In questa immagina possiamo vedere anche la baionetta posteriore fissata alle controventature, la piastra del carrello in posizione, incollata con uhu plus, la centina centrale della semiala fissa a diedro perfetto in modo che quando sarà incollata all’altra semiala fissa essa darà il giusto diedro a tutta l’ala, e la piastra in betulla per il fissaggio dell’ala alla fusoliera.

20171109_124555

Vista d’insieme dove si notano i pezzi che compongono il terminale alare realizzati in pioppo da 3 mm. per i triangoli e pioppo da 5 mm. per le parti semicircolari.vMancano ancora da realizzare gli alettoni.

20171110_190416

Realizzazione dell’alettone che andrà successivamente staccato e rifinito ed inizio della copertura in balsa della semiala.

20171122_112723

Terminata la prima semiala, lo stesso lavoro andrà fatto per l’altra. Da notare che la metà della parte che sarà fissa è sempre unita alla semiala e successivamente andrà staccata ed incollata all’altra al termine della costruzione della seconda semiala.

20171128_102548

Ecco la parte centrale dell’ala, staccate dalle rispettive semiali, incollata e rinforzata con una baionetta di alluminio diametro 25mm. Successivamente andrà completamente rivestita con balsa da mm. 2.

20171129_090035

In attesa che essecchi la colla per rimuovere spilli e nastro carta.

20171125_190032

Vista della semiala sx a rivestimento in balsa ultimato ed in attesa che la colla faccia il suo lavoro. Si notano le due baionette fissate alla semiala che andranno ad innestarsi nella parte fissa.

img-20171126-wa0011

Prova di montaggio quando ancora la parte centrale non era rivestita. Sinceramente ha un bell’effetto.

Per adesso mettiamo da parte le ali e realizziamo i piani di quota.

Essi sono composti da listelli in balsa da 10 mm.

Di seguito un po’ di foto che documentano la realizzazione.

img-20171103-wa0009

Piano di quota con i supporti per le squadrette del cabra/picchia

20171104_173655

Deriva e timone.

Passiamo ora alla fusoliera.

Per primo ho realizzato il traliccio di coda. Esso e’ composto da listelli in balsa 6×6, piastra per supporto carrellino di coda e per tiranti in betulla da mm. 3.

20171201_130139

20171201_130120

Verifica dell’allineamento in quanto con i tralicci è facile svergolarli.

20171202_192603

Ultimato il traliccio di coda ho realizzato la parte anteriore della fuosoliera. Essa è composta da un tunnel centrale in compensato di pioppo da mm. 3 con i relativi rinforzi, la parafiamma in betulla da mm. 10 e da semiordinate e listelli da applicare sull’esterno della fiancata e sulla parte superiore della fusoliera. Il tunnel centrale verrà assemblato sullo scaletto di montaggio.

img-20171209-wa0029

Le due parti sono adesso unite e posso procedere con l’assemblaggio.

20171212_184703

Posizionamento delle restanti ordinate e dei listelli.

20171215_120512

Ho predisposto un’apertura anteriore per l’inserimento delle batterie perchè nel mio caso sarà equipaggiato con motorizzazione elettrica ma puo’risultare utile anche per il montaggio ed ispezione del serbatoio per una eventuale motorizzazione a scoppio.

img-20180131-wa0015

In questa foto di prova di assemblaggio si nota l’inizio del rivestimento in balsa da mm. 2 della fusoliera. Il b.e. dell’ala deve essere sempre sagomato.

img-20171207-wa0000

Nel frattempo ho iniziato a realizzare le fiancate dell’abitacolo cercando di riprodurre il telaio interno ed i rivetti che risalteranno una volta verniciato.

img-20171208-wa0028

Ho iniziato anche a realizzare le cuffie del pilota, che andranno poi terminate e rifinite.

img-20171208-wa0033

Prova sul manichino per verificare la misura.

Per adesso mi fermo qua, a breve altri aggiornamenti.

Un saluto a tutti

Filippo

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Aeromodellismo, Build log, Disegni e Short- Kit. Contrassegna il permalink.

23 risposte a Stitts Playboy da progetto e short kit personale

  1. lucio scrive:

    Caro Filippo
    non so che dire! Sono veramente appagato da quello che ho visto! Un lavoro magnifico portato avanti con grande maestria e precisione! Mi piace veramente e, quello che è importante precisare, mi invoglia a lavorare, andare avanti perché tutto il building del tuo aereo è veramente una bandiera per l’aeromodellismo! Veramente complimenti sinceri. Resto sintonizzato sui tuoi aggiornamenti dell’articolo. Un saluto Lucio

  2. admin scrive:

    Bel progetto!
    Che tipo di profilo hai usato, se puoi dirlo.

  3. admin scrive:

    Il kit lo hai tagliato con la CNC del vostro gruppo/amico? Se si, allora è tornanta operativa.

  4. admin scrive:

    Piccola parentesi, da Cuccolo ( ex venditore di modelli) è possibile avere le capottine trasparenti dell’abitacolo dell’ SF-260. Anche se della versione 2200 mm di ala, contro i 2000 mm della nostra versione, penso che rifilandola a dovere si potrebbe adattare, te lo dico perché penso possa interessarti.

  5. admin scrive:

    Giuseppe ( che stava aspettando appunto la capottina) l’ha presa, appena gli arriva vediamo come va.
    Penso 20/30 euro. Poi mi dirà.

  6. Roberto MENEGAZZI scrive:

    Complimenti un lavoro, ben fatto: Io sono molto interessato all’acquisto del short kit per farlo anch’io ELETTRICO . Da chi si può sapere come ordinarlo, prezzi, tempi di consegna . Certo di una risposta ringrazio Roberto M.

  7. giovanni scrive:

    Buongiorno Filippo, complimenti per tutti i kit, sto costruendo lo Stits scala 1/3 della olimpic, è possibile avere la naca motore e le carenature ruote… …grazie.

    • Filippo Celi scrive:

      Salve giovanni non li ho ancora disponibili, devo sempre fare i master che li farò a modello ultimato. Il modello della olimpyc non è più piccolo? Se non erro dovrebbe essere intorno a 1.60 di ala

  8. giovanni scrive:

    Buongiorno Filippo scusa la domanda fattibile un diedro di 5° circa 8,5 cm sull’ultima centina ? grazie.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *