NUOVO REGOLAMENTO ENAC SU DRONI E AEROMODELLI

Come da titolo, il 15 Novembre è stato pubblicato da ENAC il nuovo regolamento per droni e aeromodelli.
L’ENAC ha distinto le due categorie, fissando un regolamento per il droni intesi come multirotori e gli aeromodelli classici.
Mentre per i droni, catalogati come SAPR ( Sistemi Aerei a Pilotaggio Remoto) e APR ( Aerodine a Pilotaggio Remoto) sotto la soglia di peso dei 250 gr è non è necessario l’attestato di volo ( leggasi patentino) per le versioni sopra i 250 gr è obbligatorio.
Riamne obbligatorio anche per le versioni sotto i 250 gr se utilizzato in modo diverso da quello ludico.
Naturalmente sarà obbligatorio stipulare una polizza assicurativa.
L’esame dell’attestato potrà essere svolto on-line e conseguentemente il drone dovrà essere registrato. Mentre per operazioni e utilizzo non ludico occorrerà sostenere anche un esame pratico, oltre a partecipare ad un corso in specifiche strutture autorizzate dall’AeCI.
Quindi, per i droni ( multirotori) la questione si complica un pò.
Passiamo adesso agli Aeromodelli.
Non sarà necessario alcun attestato o patentino se:
Il volo avviene sotto i 70 mt. e con un raggio di azione di 200 mt.
Il volo avviene in apposite aree segregate ( leggasi campi volo di gruppi Aeromodellistici) .
Il volo non avviene su assembramenti di persone non interessate al volo, su abitazioni o centi abitati.
Il peso dei modelli deve essere non superiore ai 25 Kg.
Poi ci sone delle limitazioni sulle potenze dei motori e sulle supertici alari che sono talmente fuori portata dai normali aeromodelli che non le menziono neanche.
Nessun obbligo di registrazione.
Quindi per gli Aeromodelli non cambia molto rispetto all’ultima bozza pubblicata dall’ENAC.
L’entrata in vigore di dette norme è fissata per il 15 Dicembre2019.
Da notare che a Giugno entrerà in vigore il regolamento unico Europeo che sostituirà questo se diverso.

Allego PDF rilasciato da ENAC, la parte che interessa gli Aeromodellisti è il settore VII.

regolamento-apr-ed-3_11112019

Questa voce è stata pubblicata in Aeromodellismo. Contrassegna il permalink.

3 risposte a NUOVO REGOLAMENTO ENAC SU DRONI E AEROMODELLI

  1. Dylan Stenico scrive:

    Ciao a tutti, non ho ben capito un passaggio:
    Se utilizzo solo aeromodelli (e quindi non droni multirotori, con sistemi automatici, ecc) ho un vantaggio ad ottenere l’ attestato? Es: quote e limiti meno restrittivi, possibilità di volare anche in prati che non siano quelli di un campo volo?
    Grazie.

  2. walter sani scrive:

    sarebbe opportuno visto che in molte regioni d’ italia es. Sardegna , i campi di volo sono uno ogni 200 km e un anziano come me non può certo fare 200 km di macchina a 80 anni per fare un volo col mio trex 700, il regolamento enac andava bene ma quello europeo e riferito alla germania dove ogni 10 km ce un enorme campo di volo frequentato da centinaia di persone. Non capisco la difficoltà che ci possa essere avendo patentino e assicurazione a volare con un aeromodello in zone isolate , lontano dalle persone , naturalmente con l’autorizzazione del proprietario del terreno o all’ interno della propria azienda agricola.

    • admin scrive:

      Secondo me, in zone molto isolate e sopratutto in aziende agricole private non ci sono problemi per far volare il proprio aeromodello o eli. La penso come lei.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *